ja_mageia

VAAFT - Terapia delle fistole anali
  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
Papilloma intraduttale

COS’È

Il papilloma intraduttale è una malattia benigna della mammella che si presenta in donne di età compresa fra i 30 e i 50 anni come una neoformazione villosa che si genera all’interno dei dotti principali della mammella.

 

SINTOMI

Papilloma intraduttale

Il papilloma è la più frequente causa di secrezione ematica o siero-ematica del capezzolo, nei rari casi in cui sia palpabile, si presenta come un nodulo molle e mobile di dimensioni inferiori a 1 cm. La secrezione dovuta al papilloma intraduttale può fuoriuscire in maniera spontanea oppure in seguito a compressione ed è solitamente localizzata in un unico orifizio di un unico capezzolo.

 

DIAGNOSI

Nonostante talora il papilloma intraduttale sia visibile in corso di mammografia semplice, la diagnosi di conferma in una donna che abbia notato una secrezione ematica dal capezzolo viene effettuata mediante duttogalattografia: questo esame consiste nella iniezione di mezzo di contrasto nel dotto da cui si origina la secrezione e nella effettuazione di una mammografia che evidenza un difetto di riempimento a forma di mora all’interno del dotto in questione.

Duttogalattografia (freccia: papilloma intraduttale)

 

TERAPIA

Il papilloma intraduttale è una patologia della mammella sostanzialmente benigna, tuttavia la possibile trasformazione in carcinoma papillare dovuta alla presenza di atipie cellulari e la necessità di effettuare una diagnosi differenziale rispetto ad un carcinoma, ne rendono talvolta indispensabile la asportazione chirurgica. In alcuni casi l’intervento chirurgico è reso necessario dalla crescente ansia della donna impensierita dalla presenza di secrezioni ematiche ricorrenti. L’intervento di scelta per il trattamento del papilloma intraduttale è la duttogalattoforectomia retroareolare: essa viene effettuata in anestesia locale e consiste nella asportazione del dotto contenente il papilloma mediante una piccola incisione a livello della areola mammaria. L’intervento viene effettuato in regime di day surgery per cui la paziente viene solitamente dimessa nel corso della stessa giornata del ricovero. E’ possibile la comparsa di piccoli ematomi nella zona di intervento che scompaiono in pochi giorni. Dopo circa una settimana vengono rimossi i punti di sutura ed il risultato estetico è generalmente eccellente anche se dipendente dalla capacità di cicatrizzazione della donna.

 

 

Dott. B. Neola

Scrivici
Contattaci

 

Share on Myspace

 

Università degli Studi di Napoli Federico II

Sondaggi

Come valuti la tua esperienza su Chirurgia Napoletana?
 

Social